Riflessioni

Vorrei vivere costantemente nel mio mondo interiore. Lì sono libera di volare, nel mio silenzio esiste un mondo di sottili e quasi dolorosi attimi che mi accompagnano in ogni passo della mia vita. Lì sono libera di essere, senza maschere. inganni, falsi sorrisi inutili atteggiamenti che servono solo per adattarmi a questo mondo che non sento mio. Lì sono libera di pregare e meditare, a modo mio, ad avere quel contatto con la natura e l'Onnipotente che mi fa stare in pace. Sono stanca, stanca. di sentir parlare di Denaro. di Business di Lavori per accrescere il proprio patrimonio. Su internet ci sono corsi per tutto ormai, ma il senso è sempre quello : "Ti aiuto a crescere se mi paghi". Denaro.... ormai vendiamo anche l'anima per il Denaro.

La gente ricerca costantemente la felicità che in questa vita non esiste, è un emozione che passa nella frazione di un attimo. La Pace voglio. Voglio sentirmi in Pace con me stessa in questa vita, non essere felice. Non voglio meditare per attirare Denaro, non voglio meditare per ottere qualcosa, non voglio meditare per essere felice, voglio meditare per essere in PACE. Questa piccola parola racchiude una potenza enorme, fatta di semplicità e di umiltà.

Tempo fa mi sono imbattuta in un libro che parlava delle persone Ipersensibili, mi si è aperto un mondo. Quando sono con gli altri, mi devo adattare, devo fare in modo che la maschera che porto non cada. Devo continuamente ricordarmi che nella società di oggi, bisogna dire la battuta al momento giusto, bisogna apprezzare il buon cibo e il buon vino, bisogna divertirsi anche quando non ne hai per niente voglia. Per questo nella mia vita mi sono sentita sempre nel posto sbagliato, l'empatia con il genere umano che vedo attorno a me, mi è letteralmente sconosciuta. Probabilmente la mia è solo sopravvivenza e non Vita.

Questo libro, parla di un tema di cui non avevo mai sentito parlare, eppure moltissime persone ne sono soggette. Arrivano a far uso di droghe o di alcool per essere sempre sul "pezzo", per non essere esclusi dalla società, per sentirsi Qualcuno in questo mondo. Si dà più importanza alle azioni insignificanti che non al'essenza e alla crescita del genere umano.